Homepage


Offerta servizio
tutela gas

Bonus gas Assicurazione Clienti Finali
Accertamenti sicurezza post-contatore
Qualità
Reclami
Costituzione
in mora
Guida alla lettura
della fattura
• Costituzione in mora



Ai sensi della delibera dell’ex Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico, oggi Autorità di Regolazione Energia e Ambiente 501/14/R/COM di seguito l’informativa prevista sulla costituzione in mora di cui al Testo Integrato Morosità Gas ss.mm.ii allegato alla delibera ARG/gas/99/11.

PUNTI DI RICONSEGNA DISALIMENTABILI

Sono punti di riconsegna disalimentabili tutti i pdr tranne quelli nella titolarità di un’utenza relativa ad attività di servizio pubblico.

Modalità

Nel caso di morosità del Cliente finale gas, il venditore è tenuto, con riferimento a tutte le fatture non pagate, ad effettuare la costituzione in mora del cliente stesso tramite comunicazione scritta a mezzo raccomandata (vale anche PEC).

Nella comunicazione di costituzione in mora deve essere indicato almeno:

a)   termine ultimo di pagamento,
b)   data a partire dalla quale viene calcolato il termine ultimo, che può essere o la data di emissione o la data di invio  della comunicazione di costituzione in mora
c)   termini che il venditore deve rispettare per la costituzione in mora,  (dettagliati nel paragrafo “Tempistiche”)
d)   termine decorso il quale, in costanza di mora, l’Utente del Servizio di Distribuzione invierà al Distributore la richiesta di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità
e)   modalità con cui il Cliente finale può comunicare l’avvenuto pagamento
f)   che il Cliente finale ha diritto ad un indennizzo automatico nel caso in cui la fornitura sia stata sospesa per morosità nonostante il mancato rispetto di uno dei seguenti termini:
1.    termine ultimo entro cui il Cliente è tenuto a provvedere al pagamento;
2.    termine minimo fra la data di scadenza del termine ultimo di pagamento e la data di richiesta al Distributore della Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità;
3.    termine massimo fra la data di emissione della comunicazione di costituzione in mora e la data di consegna al vettore postale, se il venditore non è in grado di documentare la data di invio della raccomandata.

Tempistiche

Se negli ultimi 90 giorni il punto di riconsegna non è già stato oggetto di richieste di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità, il venditore è tenuto a rispettare i seguenti termini:
1.   il termine ultimo di pagamento non può essere inferiore a:

15 giorni solari dall'invio al Cliente finale della
raccomandata di costituzione in mora
La costituzione in mora avviene con le modalità
cartacea ordinaria ed il venditore è in grado di
documentare la data di invio della raccomandata
10 giorni solari dal ricevimento, da parte del venditore,
della ricevuta di avvenuta consegna al Cliente finale
della comunicazione di costituzione in mora
Se la costituzione in mora viene inviata al
Cliente via PEC
20 giorni solari dalla data di emissione della
comunicazione di costituzione in mora
Se il venditore non è in grado di documentare la
data di invio della comunicazione di costituzione
in mora

2.   il termine decorso il quale, in costanza di mora, l’Utente della Distribuzione può inviare al Distributore la richiesta di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità, non può essere inferiore a 3 giorni lavorativi, decorrenti dal termine ultimo di pagamento

3.   il termine di consegna al vettore postale della comunicazione di costituzione in mora, se il venditore non è in grado di documentare la data di invio della raccomandata, non può superare i 3 giorni lavorativi decorrenti dalla data di emissione della comunicazione di costituzione in mora. Il venditore ha la facoltà di consegnare la vettore postale la comunicazione di costituzione in mora entro non più di 5 giorni lavorativi rispetto alla data di emissione, però in questo caso il termine ultimo di pagamento viene aumentato di un numero di giorni lavorativi pari alla differenza tra il termine di consegna osservato ed il termine minimo di 3 giorni lavorativi

Se negli ultimi 90 giorni il punto di riconsegna è già stato oggetto di richieste di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità, il venditore è tenuto a rispettare i seguenti termini:

1.   il termine ultimo di pagamento non può essere inferiore a:

7 giorni solari dall'invio al Cliente finale della
raccomandata di costituzione in mora
La costituzione in mora avviene con le modalità
cartacea ordinaria ed il venditore è in grado di
documentare la data di invio della raccomandata
5 giorni solari dal ricevimento, da parte del venditore,
della ricevuta di avvenuta consegna al Cliente finale
della comunicazione di costituzione in mora
Se la costituzione in mora viene inviata al
Cliente via PEC
10 giorni solari dalla data di emissione della
comunicazione di costituzione in mora
Se il venditore non è in grado di documentare la
data di invio della comunicazione di costituzione
in mora

2.   il termine decorso il quale, in costanza di mora, l’Utente della Distribuzione può inviare al Distributore la richiesta di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità, non può essere inferiore a 2 giorni lavorativi, decorrenti dal termine ultimo di pagamento

3.   il termine di consegna al vettore postale della comunicazione di costituzione in mora, se il venditore non è in grado di documentare la data di invio della raccomandata, non può superare i 2 giorni lavorativi decorrenti dalla data di emissione della comunicazione di costituzione in mora. Il venditore ha la facoltà di consegnare la vettore postale la comunicazione di costituzione in mora entro non più di 3 giorni lavorativi rispetto alla data di emissione, però in questo caso il termine ultimo di pagamento viene aumentato di un numero di giorni lavorativi pari alla differenza tra il termine di consegna osservato ed il termine minimo di 2 giorni lavorativi

Indennizzi

Il venditore, se non rispetta le tempistiche previste, non può chiedere il pagamento di alcun ulteriore corrispettivo relativo alla sospensione o riattivazione della fornitura ed  è tenuto a corrispondere al Cliente finale un indennizzo automatico come segue:

€ 30
Se la fornitura viene sospesa per morosità nonostante il
mancato invio della costituzione in mora
€ 20
Se la fornitura viene sospesa per morosità nonostante
alternativamente:
  1. mancato rispetto del termine ultimo entro cui il cliente è tenuto a pagare
  2. mancatorispetto del termine massimo tra la data di emissione della comunicazione di costituzione in mora e la data di consegna al vettore postale, se il venditore non è in grado di documentare la data di invio
  3. mancato rispetto del termine minimo tra la data di scadenza del termine ultimo di pagamento e la data di richiesta al Distributore di Chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità

L’indennizzo automatico viene corrisposto entro non oltre 8 mesi dalla sospensione della fornitura. La corresponsione può avvenire mediante rimessa diretta o in detrazione in fattura.

PUNTI DI RICONSEGNA NON DISALIMENTABILI

Sono i punti di riconsegna nella titolarità di un’utenza relativa ad attività di servizio pubblico.

Modalità

Nel caso di morosità del Cliente finale gas, il venditore è tenuto ad effettuare la costituzione in mora del cliente stesso tramite comunicazione scritta a mezzo raccomandata (vale anche PEC).

Nella comunicazione di costituzione in mora deve essere indicato almeno:
a)   termine ultimo di pagamento
b)   che se il cliente provvede alla risoluzione del contratto e alla successiva Cessazione amministrativa per morosità relativa ad un punto di riconsegna non disalimentabile, il Distributore provvederà all’attivazione dei Servizi di Ultima Istanza
c)   modalità con cui il Cliente finale può comunicare l’avvenuto pagamento

Tempistiche

Il termine ultimo per il pagamento non può essere inferiore a 10 giorni dall’invio al Cliente finale della relativa raccomandata.



© Fremar S.r.l. - P.Iva 01854950159 - Privacy - Dati societari
CSS Valido! Valid HTML 4.01 Transitional